Pages

giovedì 23 febbraio 2012

Lo stile del blog



In questi giorni di lavoro un pò convulsi, magari davanti all'ennesima tazza di tè, mi trovo spesso a pensare di scrivere anche solo due righe,  per il gusto di rispettare il principio base della condivisione. Poi mi dico: ma che senso ha, se non racconto una storia? E invece, in molti casi, apprezzo i blog fatti di poche righe, che descrivono giusto un'immagine, un momento od una sensazione...


Il discorso è, chiaramente, più complesso di così, ma, secondo voi (che siete blogger, in moltissimi casi), qual è lo stile che dovrebbe avere un blog? Cosa ci aspettiamo di leggere, veramente?

Buona serata a tutti!



66 commenti:

  1. piacerebbe anche a me scoprirlo, sento che seguirò questo dibattito aperto.
    io adoro che riesce con un'immagine e magari due righe ad esprimere cose meravigliose.
    io mi dilungo spesso e troppo persino.
    secondo me il successo (?) di un bravo blogger è l'immediatezza e il fatto che esprime concetti condivisibili da più persone.
    ma io scrivo per me stessa, e si sente nel mio blog che non scrivo per intrattenere gli altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono d'accordo! anzi, apri un tema importante: si scrive per se stessi o per gli altri? Baci (a proposito, cliccando sul tuo nome non mi si apre più la pagina del tuo blog... stranezze di blogger...) ;-)

      Elimina
  2. Mi aspetto qualcosa di personale e se mi fa sorridere...meglio

    RispondiElimina
  3. Per me va a giorni, sia per quanto riguarda il leggere (gli altri blog), che lo scrivere ( il mio).
    Notte. Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione: anche io vado molto a giornate!

      Elimina
  4. Anche io molte volte mi sono posta questa domanda. Non per essere una blogger di successo ma semplicemente per non annoiare chi mi legge. Personalmente non amo i post troppo lunghi, amo le fotografie accompagnate da parole significative. Amo chi mostra la propria vita tra le pagine del blog senza urarla e sbandierarla ai quattro venti. Non sopporto le autocelebrazioni. Pensa, faccio fatica persino a capire chi quotidianamente pubblica propri autoscatti su IG.
    Insomma credo che tutto dipenda dal proprio gusto personale.
    Un bacio
    Ilaria

    RispondiElimina
  5. Lo stile è personale c'è chi ama scrivere e chi ama esprimersi anche solo con delle foto .....comunque il successo è prima di tutto nostro!
    ciao da claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Claudette!!! E' interessante che la discussione si sia spostata sul "successo": io non ne avevo parlato affatto, ma si vede che è un tema molto sensibile, per noi bloggers!!! ti abbraccio

      Elimina
  6. Dipende dal blog. Se il blog è personale adoro trovare le foto perchè io non ho l'occhio da artista e mi 'invidio' (in senso buono) chi riesce a inquadrare la vita con una prospettiva speciale, mostrando i colori e le forme in modo unico.
    Se il blog è tematico e professionale, mi aspetto post chiari e con informazioni precise, ben scritti e in qs. caso prediligo lo scritto alle immagini. Son curiosa di leggere le altre risposte!
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io sono curiosa: sono tutte molto interessanti!!!

      Elimina
  7. io amo i blog personali in cui si capisce chi sta dall'altra parte e scrive ma apprezzo anche chi usa una foto per esprimere un'emozione anche se non sempre ci riesce.
    io amo la condivisione di idee ma a volte un design brutto mi blocca e non riesco ad apprezzare dei contenuti belli, o magari ci riesco ma faccio più fatica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Laura! introduci un altro fattore interessante: non conta solo queelo che leggiamo, conta anche il contenitore! ed è vero: in alcuni casi, il contenitore allontana dal contenuto!

      Elimina
  8. io sono confusa al momento... finchè ero solo osservatrice ad essere sincera guardavo le immagini più che leggere, anche per fretta. Ora mi accorgo che mi sto sciogliendo e scrivo un pò di più, ma mi chiedo sempre se ci sia qualcuno che legge!

    RispondiElimina
  9. Che bello un blog di quasi tutte donne:)!

    Post intelligente..e gran dilemma tipico da Blogger!
    Scrivere per se stessi? Scrivere per farsi leggere, avere pagine viste, essere notato, sfogare il proprio ego? Scrivere per condividere emozioni ,pensieri, idee o progetti?
    O forse un pò di tutto questo?
    Post lunghi o corti dipende da cosa uno ha da dire in quel momento o si sente di condividere...e non è facile scegliere di cosa scrivere, se temi comuni, interessi o argomenti "pubblici" oppure riflessioni e aspetti più introspettivi e personali..un casino insomma:)
    Personalmente cerco di fare un pò di tutto questo, dipende da come vanno le giornate:( dalla vena del momento...

    un abbraccio

    Massimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Massimo, mi trovo molto con quello che dici... dipende dal momento... Un abbraccio a te!

      Elimina
  10. A cosa serve un blog?
    Nel mio caso è tutto un work in progress: è nato il primo maggio dello scorso anno con l'idea di raccontare la mia partenza per l'estero. Preso dallo sconforto per la situazione italica, pensavo ( e a tratti penso) che non ci sia altra via d'uscita. Via via. Poi...chiamalo segno del destino, affonda la Concordia...Come il comandante che abbandona la nave ? No..."rimanga a bordo...caxxo".
    Testadura come pochi, decido di rimanere ( non so fino a che punto) e provare a migliorare le cose.

    Ora che cosa è un blog ? Condividere e sperare!


    P.S. Hai un messaggio che ti aspetta sul mio blog.

    RispondiElimina
  11. A me piacerebbe scrivere sempre dei post che possano trasmettere emozioni e pensieri veri...ma poi mi accorgo che a volte bisogna anche "mollare" la presa e lasciare che un pò di frivolezza ci pervada...Alcune volte ho voglia di scrivere qualcosa, ma poi penso che se qualcuno mi legge mi prende per sciocca oppure per una troppo impegnata...non lo so...in questo periodo mi sono presa una pausa proprio per rifletterci su, ma poi mi rendo conto che tutto è dettato dai nostri stati d'animo...è un grande dilemma!!
    Interessantissima comunque questa discussione che hai aperto!!!
    Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, cara! io credo che non si debba troppo pensare a cosa vorrebbero gli altri, no? Baci!

      Elimina
  12. Condivido le idee espresse da quasi tutti gli altri commentatori. Io credo che non ci sia una regola. I blog rispecchiano le persone cui appartengono e si sa siamo tutti diversi l'uno dall'altro ........ per fortuna, aggiungo io. Nel mio blog il post rispecchia lo stato d'animo del momento. Ci sono giorni in cui ho un mucchio di materiale e non so davvero cosa scegliere di raccontare, altri in cui sono a corto di idee o tempo ma mi va comunque di lasciare un pensiero ed un saluto, sia questo una breve riga di testo o un'immagine che mi ha colpito. Personalmente, forse per deformazione professionale sono sempre attratta dall'immediatezza dell'immagine piuttosto che dal testo (ehi, non sono però una di quelle che su libri e riviste guarda solo le figure!!!!!) anche se poi, quando trovo qualcosa di accattivante (e qui sta l'abilità dello scrittore) mi ritrovo a leggere post chilometrici che raccontano aneddoti di ogni genere della vita del blogger in questione. Si lo so, non ti ho dato una risposta!!!!! Nel tuo caso trovo i tuoi post fantastici (visto che per me l'economia è peggio del greco e del cinese messi assieme)!!!!!

    RispondiElimina
  13. Sono entrata nel mondo dei blog cercando immagini di arredamento Shabby ,allora mi interessavano solo blog con delle belle immagini di case.Da qualche mese ho aperto un blog anch'io e sto vedendo le cose da un'altra prospettiva!Adesso preferisco i blog che hanno una loro personalità e un loro carattere, che riescono a trasmettere qualcosa!
    Mari

    RispondiElimina
  14. Io ho cominciato a scrivere un blog perchè, da quando conosco questo "mondo", è stata una scoperta dietro l'altra. Immagini che mi allietano la giornata, punti di vista sempre nuovi. Adesso che scrivo non è semplice. Tante volte parte il blocco dello scrittore. Sono piuttosto esigente verso me stessa, quindi, prima di tutto, devo essere soddisfatta io! In più, ritengo che scrivere, nelle diverse forme, sia un'ottima ginnastica mentale, spesso trascurata! Buon fine settimana a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero: scriverlo è molto più complicato, però che soddisfazione!!! ;-) buon we a te!!!

      Elimina
  15. Concordo con te che spesso bastano poche righe ben scritte per aggiornare degnamente un blog... Anche se nella pratica faccio tutt'altro! ^^'
    Ah, quella tazza è BELLISSIMA!! La vorrei per la mia collezione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io la ador...AVO... uff, mi si è rotta!!!!! aarghhhh!!!

      Elimina
  16. No, dài, ci manca solo di omologare gli stili dei blog.
    La magia della blogosfera sta proprio nella varietà e libertà delle offerte e dei linguaggi: qui una foto e là un pensiero, qui una canzone e là un pezzo d'attualità, qui un bel raccontino e là la recensione di un film. Se i blog fossero tutti uguali me ne sarei stancato da un bel pezzo (anche se fossero tutti uguali al mio)...

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre acuto, lo zio Nick! la diversa modalità che ciascuno di noi utilizza per esprimersi è la vera ricchezza dei blog, concordo in pieno!!! Baci!

      Elimina
  17. Sinceramente quando scrivo sul blog non sto a pensare molto allo stile. Cerco di buttare giù qualcosa che vedo perfettamente chiara nella mia mente e di condividerla. Il fatto di essere poi una buffona aiuta nel mantenere un tono ironico. O almeno spero sia quello che arriva :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, arriva davvero: lo sei sempre (ironica)!

      Elimina
    2. Grazie^^ (lacrimuccia) :D

      Elimina
  18. Io nel mio blog volevo mostrarmi per quella che sono... di tutto un pò, craft, poesia, riflessioni, foto, ogni tanto una ricetta, idee per la casa e la decorazione.Ma in questi giorni mi sto domandando e rendendo conto che forse non piace molto. Non ha molto "successo" come vedo altri blog che decollano... A volte scrivo, a volte fotografo, a volte è un tutorial... forse è troppo dispersivo, non so se mi spiego. Ma è come me...
    Il fatto è che io voglio che il mio blog mi rispecchi... se devo limitarlo per farlo piacere di più agli altri è meglio chiudere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non cambiare!!! Il blog deve essere come TU lo vuoi!

      Elimina
    2. Sono d'accordissimo con Ilaria!!!

      Elimina
  19. Io mi aspetto sempre una sorpresa quando leggo il blog di altri.. che sia una foto, più foto, poche righe o un papiro, sono curiosa di vedere cosa mi trovo davanti...Cosa quella persona quel giorno vuole condividere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ed è bello che sia ogni giorno diverso... ;-)

      Elimina
  20. Azzurra! ti capisco perhè anche io mi chiedo la stessa cosa
    Io credo che quando c'è qualcosa da raccontare è bene farlo e se raccontare ti scarica e ti rilassa perchè non farlo?
    un mio prof del liceo , che non ho neanche amato molto! mi diceva sempre che per imparare a conoscermi dovevo tenere un diario e di leggere quello che avevo scritto a distanza di qualche settimana così avrei potuto imparare dagli errori commessi o dalle esperienze vissute la e meditare .
    Secondo me dovresti continuare a scrive , prendere spunto tua e la dalle riviste varie e ascoltare e osservare la gente che ti circonda nella tua vita quotidiana: in treno , metropolitana , panettiere e supermercato.
    Poi il blog secondo me deve essere impostatao come una pagina di un giornale ....... se trovo qualche info te la giro
    Buon pomeriggio
    Mari
    http://bricieemicie.blogspot.com/

    RispondiElimina
  21. E' vero, è bello avere costanza e vedere il blog sempre "vivo", però è anche vero che non sempre si ha tempo/ l'idea di scrivere qualcosa di divertente e simpatico. Quindi, stavolta mi metto al centro e dico che a me piacciono tutti i tipi di blog :D (Che commento utile eh?!)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  22. Lallabel scusa ma ho letto il tuo commento è non credo ai miei occhi. Se per blog di successo intendi i numeri delle pagine lette allora ti dico una cosetta visto che anche io ho letto un po' di numeri in giro ultimamente: i blog appena nati e ben segnalati hanno un picco di visite incredibile. La gente è curiosa, va, legge, sbircia poi FORSE torna.
    Se un blog è di nicchia avrà sicuramente meno lettori di un blog generico. Se parlo di storia del frullatore elettrico avrò meno persone interessate rispetto a un blog che parla di cucina. ;o)

    Per quanto riguarda invece i post ho letto vari commenti sulla lunghezza e non è proprio vero che un post lungo o corto siano la stessa cosa. Il lettore sul web non è come quello che sta su un libro o una rivista.
    Per me il blog è una casa e ognuno a casa propria fa quello che vuole! Stile o meno. No? ;o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio d'accordo con te!
      E ognuno in casa propria deve fare quello che gli pare!

      Elimina
  23. Ciao..sono capitata per caso di qui..cmq ho trovato interessante questo tuo post..A me piacciono i blog personali non per farmi gli affari degli altri ma perchè mi piace vedere come ognuno di noi interpreta la propria vita!Il mio blog è proprio questo...un diario personale.L'ho iniziato da poco...precedentemente avevo altri blog ma poi li ho chiusi...semplicemente non era il momento!
    Lo spunto per scrivere si trova sempre...anche su un'immagine vista per caso o dalle cose quotidiane...Secondo me gli imput derivano da tantissime piccole o grandi emozioni che proviamo durante le giornate!
    E poi è bello sorprendersi e ritrovarsi " scrittori " e "artisti" di un proprio mondo!
    Spero ti faccia piacere che diventi tua follower!
    Un bacione,
    Sissy

    RispondiElimina
  24. Ho aperto il blog soprattutto per me stessa, per riempire le ore vuote di un momento un po' buio della mia vita, senza sapere esattamente cosa avrei scritto e per quanto tempo avrei continuato. Ma ero estremamente incuriosita da questo mondo parallelo che vive ed interagisce virtualmente ma non troppo.
    Non sapevo nemmeno quale sarebbe stato il filo rosso che avrebbe collegato i diversi post e questa incertezza forse si nota ancora. Spesso "saltello" tra un post creativo, uno di cucina, un resoconto di viaggio, una recensione di eventi o di libri, poesie e citazioni sparse, foto e racconti: i miei 2503 interessi che si concretizzano in parole ed immagini. Sono storie di attimi quotidiani e riflessioni minime, unite da una grande passione per tutto ciò che permette di esprimermi. Amo i blog scritti, pieni di parole che fanno pensare, così come quelli in cui una sola foto riesce a raccontare molto più della voce, mi piace curiosare nei blog di idee creative così come in quelli di resoconti di viaggio. Ed è importante confrontarsi con altre bloggers, perchè permette di non essere autoreferenziali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero che è importante confrontarsi! questa discussione mi sta molto arricchendo... mi avete sorpreso!!!

      Elimina
  25. Azzurra, scusa se mi sono messa a rispondere ai tuoi commenti!
    Perdonami ma non potevo proprio resistere :-/

    Bacino

    Ilaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non scusarti: hai fatto benissimooooo!!! ti abbraccio!

      Elimina
  26. Beh io penso che il blog debba essere utilizzato per esprimere la propria personalità senza regole precise, quello che si è e quello che si ama, c'è chi adora scrivere, chi parla attraverso le immagini...il bello è proprio questo la libertà assoluta, io come giornalista abituata sempre a combattere per quello che bisogna o non bisogna pubblicare trovo che questa opportunità sia fantastica...sfruttiamola!

    RispondiElimina
  27. Ah, ma che domanda difficile. Ma soprattutto la risposta non è una sola, ma sono molte. Perché molti sono i tipi di blog che possono esistere: narrativi, per categoria, emozionali... Uffa io non riesco a rispondere alla tua domanda! :-D

    GLORIA
    { Scacco alle Regine }

    RispondiElimina
  28. Io scrivo quello che mi passa per la testa o che mi ha colpito nella vita di tutti i giorni. Sono convinta che uno deve fare come crede senza preoccuparsi di quello che può piacere agli altri. Poi è anche vero che se uno non ci tenesse all'opinione altrui probabilmente scriverebbe un diario personale e non un blog, che è altrettanto terapeutico. Il solo fatto di mettere nero su bianco le idee che mi frullano in testa mi fa sentire bene. Condividerle con gli altri è il massimo. Notte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. molto vero: un pò ci preoccupiamo sempre di quello che pensano gli altri, fosse anche solo perchè, scrivendo un blog (e non un diario) ci esponiamo per forza!!! BAci!

      Elimina
  29. Ognuno ha il suo stile,ovviamente.Penso si possano fare ottime cose anche scrivendo due righe.A me pice scrivere e raccontare storie, e quindi mi dilungo.consapevole anche del fatto che spesso non vengo letto.
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  30. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  31. Cosa dire... ha detto quasi tutto chi ha commentato prima di me. Ma una cosa vorrei aggiungere: il blog che ha una vita lunga a un certo punto evolve. Cambia. Si trasforma sia nello stile che nei contenuti. E questo l'ho vissuto sulla propria pelle. Ho aperto il blog con l'intenzione di raccontare la mia vita da extracomunitaria, ma in due anni e mezza la mia vita è cambiata e con essa anche il blog. Adesso è un posto molto personalizzato fino ai più piccoli dettagli, le immagini e le parole sono mie con piccolissime eccezioni. Quello che mi piace vedere quando apro un blog è che sia leggibile e pulito, senza troppi fronzoli. Se il blog non è navigabile, non arrivo nemmeno al primo post, per quanto il contenuto possa essere interessante e coinvolgente. Chiudo subito anche i blog che fanno un semplice copy e paste dall'internet, indipendentemente da cosa si tratta. Ormai per il copy/past abbiamo il Pinterst. Leggo veramente con attenzione e molta regolarità pochi blogger, che forse non postano ogni giorno ma una volta alla settimana, ma ciò che postano è la farina del loro sacco, o almeno lo servono in modo tale da sembrarlo; che mi parlano di cose nuove, e che soprattutto hanno ampie vedute. Insomma, blogger che si impegnano, che ci mettono ore per ideare e scrivere un post, blogger innovativi e pieni di ispirazione. Ma a questo punto entra in scena la questione del motivo perché uno ha un blog: per alcuni è solo una mezz'oretta al giorno di svago e scherzo, per altri un impegno serio e non lasciato al copy/past. Resta a noi a scegliere cosa ci piace leggere, ribadendo che anche le nostre preferenze cambiano col tempo.

    RispondiElimina
  32. ciao, io cerco un costante esercizio di brevità che il più delle volte naufraga in un mare di parole. come tratto distintivo ho scelto di non usare le lettere maiuscole perché, con le ovvie eccezioni, mi piace la vita quando non è gridata e non si dà troppa importanza.
    però leggo molto, non tutto, post brevi e post lunghi senza troppe distinzioni. sono un onnivoro del post.
    alla prossima
    mat

    RispondiElimina
  33. ECONOMISTA.....DOVRESTI AVER RICEVUTO POSTA....

    RispondiElimina
  34. Io sul mio blog metto sempre qualcosa che mi ha divertito e che spero diverta anche a chi lo legge, come farei se raccontassi qualcosa seduto a tavola ad un amico.

    RispondiElimina

This site was made with ♥ by Angie Makes